SANA 2019

SANA, Salone internazionale del biologico e del naturale, è la manifestazione fieristica leader in Italia nel settore. Si può considerare la principale vetrina italiana dedicata al biologico e ai prodotti naturali.

Anche la Coldiretti, con la fondazione di Campagna Amica, ha destinato uno spazio agli agricoltori provenienti da tutta Italia.

Qui è possibile trovare prodotti locali del territorio, messi in vendita direttamente dagli agricoltori.

Eccomi qui con mio padre che mi ha accompagnato e mi ha aiutato a trasportare i prodotti.

Appena arrivata nello spazio di Campagna Amica, mi sono accorta che ero stata posizionata proprio di fianco ad un altro produttore di miele. Noooo!!!! I nostri tavoli erano vicinissimi e questo di sicuro non avrebbe aiutato nessuno dei due. Poi l’ho conosciuto meglio e ho cambiato idea!

Ve lo presento: Carlo Alberto dell’azienda agricola Pieveregina. La sua azienda si trova a Faenza. Carlo è un grande esperto di api e mi ha insegnato un sacco di segreti. Mi ha aiutato, consigliato e fatto tanto ridere insieme a sua moglie Giorgia. Se passate da Faenza comprate il suo miele…è buonissimo!!!!

Penso che questa del Sana sia stata una delle esperienze più belle che ho fatto negli ultimi tempi. Ho incontrato persone provenienti da tutta Italia e anche dall’estero, che apprezzano moltissimo i prodotti bio , in particolare le farine di grani antichi e di farro monococco. Ho incontrato anche alcune blogger che hanno acquistato i miei prodotti e ne hanno postato le foto.

Inoltre sono stata molto felice di essere stata una delle poche aziende a ricevere il Sigillo come agricoltore custode!!!!

Qui invece sono con alcune persone che sono passate a trovarmi ! I rappresentanti della Coldiretti di Reggio Emilia con la nuova direttrice Maria Cerabona ( lucana come il mio fidanzato !!!!)

Qui sono con Carla Cavallini del Gal: una persona speciale e un mio modello di riferimento!

Vi saluto con questa foto! Grazie a tutti!!!

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

MIELE DI CASTAGNO

Oggi sono stata impegnata in operazioni di controllo delle mie arnie che si trovano in un castagneto di Marola. Il luogo è magico, vicino all’antica abbazia, circondato da secolari alberi di marroni. Non vedo l’ora di assaggiarne il miele! Chi è interessato può prenotarlo qui!

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

NON C’E’ MONTAGNA PIU’ ALTA DI QUELLA CHE NON SCALERO’

Prendo in prestito le parole di questa canzone di Jovanotti per parlare di un’esperienza che ho appena concluso e che mi spaventava molto: insegnare! Cioè coinvolgere una classe di alunni dell’Istituto Agrario in un corso di apicoltura.

Avevo una certezza: non volevo fare  lezioni noiose in un cui l’insegnante parla e gli alunni ascoltano. Ma come potevo coinvolgerli attivamente? Ho così utilizzato alcune App  che sono state molto apprezzate   e che permettevano di interagire  attraverso l’uso del cellulare (come Kahoot per i test, Drive e Mentimeter per le presentazioni, You tube per i video).

Ma quanto siete bravi!

Ho previsto anche una parte pratica in cui abbiamo spignattato un pò preparando unguenti, lucidalabbra alla cera d’api o ricette culinarie col miele.

Abbiamo poi terminato con le lezioni pratiche in apiario.

Mi ha fatto piacere vedere tutti i ragazzi carichi di energia, sempre sorridenti, pronti a mettersi in gioco, a sfidare le punture di api! Sono stata felice che alcuni di loro ieri abbiamo condiviso sui social alcune foto con scritto: I CORSI QUELLI BELLI!

Ringrazio anche le prof. Silvia Manstretta e Sara Ferrari che mi hanno coinvolto in questo progetto e mi hanno molto aiutata. Sono prof. stupende!!!

GRAZIE PROF E GRAZIE RAGAZZI!!!!!

Vi saluto con questa canzone!

https://www.youtube.com/watch?v=F63w4j0huPw

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

LA BELLEZZA SALVERA’ IL MONDO

In questi giorni nei miei campi sta fiorendo il pisello proteico. Si tratta di una coltura che è prevista nel protocollo di rotazione dell’agricoltura biologica. Ha il vantaggio di arricchire di azoto il terreno e fare in modo di far crescere più abbondante il grano che verrà piantato al suo posto, senza fertilizzanti chimici.

Viene utilizzato come alimento per animali e contiene circa il 20-25% di proteine. Si coltiva bene anche in collina, in terreni poco fertili, ma teme la siccità (help!!!).


Non avevo mai visto questa coltura fiorita e devo dire che i suoi fiori sono stupendi. I campi ricoperti di fiori bianchi lasciano senza fiato. Certo la resa economica è molto bassa rispetto a chi può coltivare grano ogni anno…ma il pensiero che in questo modo si arricchisce il suolo senza inquinare l’ambiente mi rassicura…poi la bellezza di questa fioritura non ha prezzo!!!

Voi cosa ne dite?

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

GRAZIE PAPA’!

Ho sempre pensato di essere fortunata ad avere un papà come te, giovane e bellissimo! Sei stato un compagno di giochi, un amico a cui confidare i miei segreti, una spalla a cui appoggiarmi sempre! Da quando abbiamo l’azienda agricola, tu passi tutto il tuo tempo libero nei campi ad aiutarmi e non ti lamenti mai. Per me sei disposto a fare qualsiasi cosa e io ti vedo e ti vedrò sempre come un supereroe. Grazie papà ti voglio tanto tanto bene!

Mi ricordo quando mi facevi addormentare con questa canzone#tivogliobenegiovanni

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici