DOLCE VITA IN APITURISMO!!!

Oggi esaudirò un desiderio che avevo da tempo: fare apiturismo! Avete presente una farm – spa con sauna, massaggi, degustazioni, laboratori  e zona relax con tanto di apicoltori che ascoltano ed esaudiscono ogni tua richiesta? In Slovenia è possibile fare tutto questo!!! Negli ultimi anni infatti questa nazione ha puntato tutto sul turismo delle api. Si parla di Bee-tourism o Apiroutes e sta avendo un grande successo, tanto che qualcuno sta dicendo che rappresenta un nuovo modo di viaggiare.

Qui siamo a Beltinci da Stefan Semen, vicepresidente dell’associzione apicoltori della Stiria slovena. Nella sua azienda che conta ben 600 alveari è possibile fare esperienze legate alle api, come l’“apeterapia,” che è una forma di omeopatia che impiega gli aromi degli alveari per alleviare l’asma e altri disturbi respiratori. Nelle aziende apituristiche è possibile  inoltre acquistare propoli e pappa reale o concedersi un massaggio al miele . I turisti sono invitati a immergersi nei sentieri del miele, in corsi di apicoltura e di fabbricazione di candele. Ultima moda: dormire a contatto con gli  alveari per ascoltare il ronzio delle api e ottenere un effetto calmante .

Per terminare bene questa esperienza sensoriale si può assaggiare una grappa al miele chiamata latte di drago. Il nome la dice lunga, infatti contiene non solo miele, ma anche peperoncino, veleno di ape, olio essenziale di abete. Qui dicono che, con i suoi 80 gradi, è capace di curare ogni male…chissà tentare non nuoce!

Nel pomeriggio ci spostiamo a Pernica, nel nord della Slovenia, per visitare un’azienda apituristica biodinamica.

Il proprietario, Karl Vogrincic ci mostra alcune novità: ha ideato un sistema per verificare l’energia presente nel corpo delle persone e la possibilità di riequilibrarla grazie alla somministrazione di fogli cerei e ha inventato un cerotto che contiene il veleno equivalente a 200 punture d’api per curare reumatismi e artriti.

Per terminare ci fermiamo presso la facoltà  di agraria di Maribor ( la città con la vigna più vecchia del mondo ) per conoscere Mirko Cesar che si è specializzato nella produzione di spumante al miele e idromele. Mirko confeziona anche miele  emulsionato con particolari aromi  come mirtillo, cannella, peperoncino, cioccolato.

Di sicuro queste sono mete di   nicchia,  pensate per appassionati di api, ma molto utili per far crescere l’ecoturismo in modo innovativo e per incoraggiare gli apicoltori ad adottare comportamenti rispettosi della natura. Mi auguro che anche in Italia possano nascere percorsi simili a questi!

Vi saluto tutti! ( oggi non bevo più…anche perchè io normalmente sono astemia e ho l’impressione che ci sia poco miele e molto alcool in queste grappe – spumanti!!!)

 

 

Piaciuto l'articolo? Fallo sapere ai tuoi amici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *